Sardegna sudorientale-Enogastronomia,  degustazioni, prodotti autoctoni, il gusto genuino dei cibi e delle bevande

26
luglio
2017

Posted by e-project

Posted in News

0 Comments
Beach Sardinia Capo Testa

Profumi, colori e sapori della Sardegna un gusto unico da preservare! Non solo quindi vacanze hot, vacanze family, vacanze relax o in movimento, economiche o in classe A, in grand hotel o in villaggio turistico. Quelle nelle località di  mare e di montagna dell’Isola di Sardegna, la nostra seconda “grande Isola” sono un’ autentica esperienza  indimenticabile.

Bada bene che non scherzo nell’esaltare i valori culturali della Sardegna e neanche esagero nell’elargire elogi, tali e tante sono le ricchezze che appartengono a quest’antica terra insulare da riuscire difficile chiunque, se non impossibile, realizzarne un compendio che risulti sintesi esauriente ed utile al  turista desideroso di raggiungere e conoscere i luoghi del litorale sudorientale dell’Isola.

L’ Enagastronomia rientra a pieno titolo nel patrimonio culturale della Sardegna, e, aggiungo, dell’umanità. Ho in programma un “itinerario Slowfood” da condividere con familiari ed amici alla scoperta dei cibi e delle bevande tipici della Sardegna Sud-Est.

I primi assaggi tasty food sono disponibili nel migliore Centro internazionale di accoglienza per turisti organizzato come un villaggio turistico in Sardegna Sud-Est che in realtà è una location molto più elegante e confortevole di ogni altra struttura competitor. Si trova in prossimità del Comune di Castiadas L’iGV Club Santagiusta in prossimità del  mare di Costa Rei ed è facilmente raggiungibile percorrendo la SS 125 conosciuta come Orientale Sarda che collega tra loro tutte le località del litorale cagliaritano.

Dotato dei servizi più idonei a garantire comfort e divertimento ai clienti L’iGV Club Santagiusta possiede molte altre peculiarità indiscutibili tra cui quella di essere raggiungibile anche via mare dai  porti turistici di  Arbatax, Porto Corallo, Villasimius, Marina di Capitana, Marina Piccola, Motomar sarda, Su Siccu-Marina di Bonaria.

Che spettacolo irripetibile si gode nel raggiungere le baie di Costa Rei dal mare! Durante la buona stagione, mareggiate permettendo, considerato che tra l’altro questo è il regno incontrastato del Diving e della Vela, i colori del Costa Rei variano seguendo il percorso del Sole e le correnti marine. Essi rendono ogni insenatura e ogni cala simile ad un quadro d’autore, cangiante, mutevole, vivo. Opere  d’arte della Natura  Mari Pintau,  Kala ‘e Moru, in bianco, verde smeraldo, rosa e oro.

Consigli per soggiornare

Dopo aver goduto di tutti i comfort messi a disposizione del turista dall’iGV Club Santagiusta – il più esclusivo villaggio/resort di Costa Rei, dall’ animazione diurna e notturna per giovani, giovanissimi, e meno giovani, al cinema, dagli spettacoli teatrali alla SPA e centri benessere, dalle piscine d’acqua dolce ai campi da tennis e parchi gioco – raggiungi le Località turistiche più vicine per apprezzarne oltre che la bellezza le specialità dell’enogastronomia.

Il Sarrabus è il territorio dei Comuni di Burcei, Castiadas, Muravera, San Vito, Villaputzu, Villasimius, dell’ Oasi  Naturalistica di Molentargius, degli “Stagni di Colostrai, delle Saline e di Feraxi. Il Sarrabus  è il regno della Bottarga una leccornia da veri bongustai. Bottarga sono le Uova salate, compresse ed essiccate della femmina del Mugil cephalus detto anche cefalo Volpino. La Bottarga sarda non ha rivali per reputazione e qualità e non teme il confronto con il caviale.

Dolianova è la zona regina della Sardegna sudorientale per la produzione dell’olio e del formaggio.  Imperdibili le degustazioni di questi cibi da re. Il Museo dell’olio e il Museo del  formaggio di Dolianova meritano una visita approfondita perchè con i loro ricordi celebrano e tramandano le usanze di contadini e pastori.

Capo Ferrato è il territorio principe nella produzione di vino DOC, il Cannonau. Il Cannonau di Capo Ferrato proviene da vigneti che guardano il mare,respirano brezze salmastre, essenze di pini e mirti. Può bastare per innamorarsene al primo sorso?

About 

    Find more about me on:
  • facebook
  • googleplus
  • twitter