Pappardelle al Cinghiale

05
marzo
2015

Posted by admin

Posted in News

0 Comments
pappardelle

Le pappardelle al cinghiale sono un classico della cucina della Maremma Grossetana, terra da cui principalmente proviene la prelibata selvaggina, diffusa oltre che in Toscana, anche in Umbria e in parte nel Lazio.

La particolarità della carne di cinghiale, sta nel mix tra il sapore delicato della carne di maiale e quello della cacciagione più robusto. Questa carne, se accuratamente marinata, si presta benissimo per un prelibato primo piatto abbinata a della pasta rigorosamente fresca e fatta in casa.

Ecco come ci propone questo piatto, classico della tradizione toscana, lo Chef del Casale New Green Hill di Roma. Splendido e accogliente ristorante immerso nel verde alle porte della Capitale. Il New Green Hill, propone diverse tipologie di menù, con piatti tradizionali come questo che presentiamo e per diverse tipologie di ricevimenti, come i frequenti eventi aziendali a Roma e tanti altri. Con la ricetta dello chef, realizzerete un piatto dai sapori decisi che sorprenderà senza dubbio tutti i vostri ospiti.

Ecco tutti gli ingredienti:

  • Pappardelle fatte in casa
  • Polpa di cinghiale, selvativo e non di allevamento
  • Vino rosso
  • Spicchi d’aglio
  • Rosmarino, Alloro, Bacche di ginepro
  • Sedano, carote, cipolla
  • Pecorino grattugiato
  • Olio Extravergine d’oliva

Preparazione:

Lasciate il cinghiale a marinare per 24 ore nel vino rosso con delle foglie di alloro, rametti di rosmarino, aglio e bacche di ginepro.

Passate le 24 ore, scolate il cinghiale ma tenete da parte la marinatura.

In una padella con dell’olio extravergine d’oliva, fate soffriggere sedano carote e cipolla, tagliati a dadini.

Dopo aver asciugato bene con della carta assorbente il cinghiale, tagliate la carne a punta di coltello e aggiungetela al soffritto.

Durante la cottura, irrorate di tanto in tanto con la marinatura, la carne e il soffritto, tenendo sempre la fiamma bassa.

In abbondante acqua bollente e salata, lasciate cuocere le pappardelle fatte in casa e scolatele infine nel ragù di cinghiale, aggiungendo in fase di mantecatura del pecorino grattugiato.

Lo chef del New Green Hill di Roma, consiglia per questo piatto, l’utilizzo delle particolari bacche di ginepro raccolte sui Monti della Laga sopra i mille metri, una vera prelibatezza che renderà il vostro piatto ancora più prelibato.

 

About