Due passi tra Liguria e Toscana, tra mare e buon cibo

17
marzo
2014

Posted by Francesca Chierici

Posted in News / Sapori in tour

0 Comments
Testaroli

Con la primavera ormai alle porte, il richiamo del mare diventa quasi irresistibile. E allora si parte,  direzione Liguria e Toscana, mete predilette per noi parmigiani in cerca di  aria buona e buon cibo.

La prima tappa è Tellaro, splendido borgo arroccato sulla scogliera nel comune di Lerici, in provincia di La Spezia. Le sue casette colorate, le sue stradine, la sua posizione a picco sul mare gli hanno permesso di essere riconosciuto come uno dei borghi più belli d’italia. Passeggiare tra le silenziose vie del paese è il modo migliore per iniziare un weekend allontanando lo stress accumulato durante la settimana.

Per il pranzo decidiamo di spostarci poco più in là, precisamente a Sarzana, per gustare due specialità della zona: focaccia ligure e farinata.  A differenza della focaccia, che non ha certo bisogno di presentazioni, la farinata è un prodotto tipico della Liguria forse meno conosciuto da chi non è solito frequentare la zona: si tratta di una sorta di torta salata molto sottile, preparata con farina di ceci, acqua, sale e olio: gli ingredienti vengono uniti tra loro per creare un composto liquido e omogeneo che andrà poi cotto in forno.

Nel pomeriggio vista la bella giornata di sole decidiamo di fare una bella passeggiata sulla spiaggia: ci dirigiamo quindi in direzione sud, verso la Provincia di Massa e Carrara, dove gli scogli lasciano spazio alle spiaggie sabbiose ancora sgombre dei lettini e ombrelloni che affolleranno il litorale nella stagione estiva.

Per la cena a base di pesce scegliamo di rimanere in terra toscana, in uno dei miei locali preferiti della zona: un ristorante  immerso in un bellissimo uliveto (nella località di Pozzi di Seravezza, prov.Lucca) dove l’ottima cucina si sposa perfettamente con la cortesia del proprietario, sempre pronto a consigliare il vino perfetto da abbinare.

 

 

La seconda giornata inizia con una passeggiata per il centro di Pietrasanta, un cittadina a pochi Km dal mare, il cui piccolo centro è animato da piccole osterie ed enoteche molto caratteristiche, per poi proseguire ancora una volta in direzione Liguria verso la perla del Golfo dei Poeti: Portovenere. Per godere al meglio della bellezza di questo paese non si può non percorrere la scalinata che dal lungo mare porta alla chiesetta affacciata sul mare, davvero suggestiva, per poi addentrarsi nelle viuzze interne, tra botteghe di prodotti tipici, negozietti e ristoranti.

Prima di concludere questa immersione tra sapori e gusti della Lunigiana non possiamo lasciarci sfuggire l’occasione di gustare l’ultima specialità della zona: è il turno dei testaroli, rigorosamente con il pesto alla genovese! I testaroli nascono da un impasto composto da farina di grano, acqua e sale e traggono il loro nome dal “testo” romano, il contenitore – un tempo in argilla – in cui vengono cotti. Terminata la cottura i testaroli vengono lasciati rafreddare,   tagliati ( generalmente in pezzi dalla forma quadrata o romboidale)  e immersi a rinvenire in acqua bollente per qualche minuto, prima di essere scolati delicatamente e conditi.

 

About 

    Find more about me on:
  • googleplus