Cosa non possono mangiare i cani

07
febbraio
2019

Posted by Silvia

Posted in News

0 Comments
cane_bistecca1

Siamo onesti, se potessero, i cani mangerebbero di tutto.

Infatti, proprio come noi, sono dei gran golosoni, tuttavia, allo stesso modo, ci sono cibi che non dovrebbero proprio portare alla bocca.

Quali sono? Cosa non possono mangiare i cani?

Quali cibi bisogna evitare

il-cane-non-mangia

Quando si parla di cibo per cani, il primo pensiero va subito alle ossa.

Praticamente le lasciamo apposta per darle al cane. La verità, però, è che i cani non dovrebbero sgranocchiare ossa, in quanto potrebbero scheggiare i denti, se non addirittura soffocare per via di un frammento rimasto incastrato in gola.

Il caso del grasso è anche più preoccupante, per certi aspetti: se le ossa sono una pura questione pratica, il grasso diventa rischioso in quanto potrebbe provocare una pancreatite nel cane.

Dopotutto il grasso non fa bene neanche a noi, perché dovrebbe essere diverso per i cani?

Ortaggi e frutta da evitare

ciotole-per-cani-e-gatti-regole-consigli-e-pulizia_associazione_mammagatta-7-kN7-U43180465951301oiH-1224x916@Corriere-Web-Sezioni-593x443

Anche se la frutta fa bene, per i cani, potrebbe nascondere non poche insidie.

Va ribadito che i cani possiedono un sistema digerente piuttosto diverso dal nostro, il che significa che frutti apparentemente innocui come l’avocado potrebbero essere potenzialmente dannosi.

L’avocado contiene infatti la persina, tossica per la gran parte degli animali, cani inclusi.

Le conseguenze possono andare dal vomito a occlusioni intestinali.

L’uva, poi, generalmente è innocua, ma nei cani rischia di provocare fiacchezza, quindi è meglio evitare.

Lo stesso discorso vale anche nel caso degli ortaggi soprattutto non bisogna mai dare il pomodoro ai cani soprattutto se non è maturo in quanto contiene atropina che è tossica per i nostri amici a quattro zampe comportando debolezza, e affaticamento.

Attenzione ai latticini

Uno dei particolari che spesso dimentichiamo è che i cani possiedono un organismo abbastanza diverso dal nostro, e di conseguenza il loro sistema digerente non funziona come il nostro.

Prendiamo ad esempio il latte e i suoi derivati: l’organismo di un cane funziona in questo caso un po’ come quello di una persona intollerante al lattosio.

È bene non dar da mangiare latte, gelato e altri derivati al cane in quanto potrebbero causargli diarrea, problemi digestivi e allergie varie che potrebbero risultare in problemi molto più grossi.

Altra sostanza liquida da non dare mai al proprio cane è l’alcool: gli effetti dell’alcool sui cani sono gli stessi che sugli esseri umani, ma nel loro caso anche poche gocce sono sufficienti per provocare dei problemi.

Il caso delle caramelle e chewing gum

Le caramelle e i chewing gum, in apparenza innocue, in realtà possono essere molto dannose per l’organismo canino: se da un lato, con le caramelle, il problema è l’alto contenuto di glucosio, che naturalmente fa male al cane, dall’altro, il problema è nello xilitolo, presente nella gran parte dei chewing gum.

Lo xilitolo può infatti provocare sonnolenza e difficoltà di coordinazione, in casi più gravi anche vomito.

 

 

About